mercoledì 8 agosto 2012

Cinnamon rolls e Pretty Woman

Girovagando tra un food blog e l'altro sono arrivata qui ed ho trovato questo contest veramente bello.
C'è una ricetta che mi gira per la testa da un pò i cinnamon rolls e non so perchè quando ho letto il contest mi sono venuti in mente loro .............. e "Pretty woman" famosissima commedia di Garry Marshall con Richard Gere e Julia Roberts una coppia che questo film ha fatto storia.
La trama è proprio simili a quella della "cara vecchia Cenerentola", Vivian incontra o meglio abborda Edward in una di quelle strade che si possono definire malfamate, la porta nel suo castello, la suite dell'hotel più bello di Beverly Hills e lì inizia tutto, l'accordo per una settimana di servizio e il cambiamento di entrambi, con i loro egoismi che pian piano si tramutano nell'amore romantico, nella ricerca di una casa, di radici che non evochino ricordi dolorosi, il tutto raccontato con lo stile di una leggera commedia americana fatta di shopping, cene lussuose, limousine e aerei al posto delle zucche che diventano carrozza.
E questa è la storia ma non basta, sono i personaggi a dare pepe, o meglio cannella al film, c'è Lei, Vivian, personaggio irruento, anticonformista, apparentemente spregiudicato che non vuole realmente arrendersi alla vita, anche se all'inizio l'impressione appare esattamente il contrario,e trascina con sè anche l'ormai rassegnato Edward.
Edwrad Lewis ricchissimo manager americano, che vuole "il meglio" ma riesce ad ottenere solo quel meglio alla portata dei soldi
Il cinnamon roll evoca l'America,  delle strade di Hollywoood , di Rodeo Drive, delle panoramiche mattutine sulla città con il sole appena sorto e il mondo frenetico che ancora dorme, ricorda la ricerca di Edward e Vivian di una vita normale, familiare, di una vita che entrambi non hanno avuto o hanno perso troppo presto, sostituendola con una dura corazza di difesa dalla vita, è una ricetta "calorosa",profumata, fragrante, avvolgente con quel calore a cui i due protagonisti cercano di arrivare, senza saperlo.
Non a caso due dei momenti più "familiari", specchio dell'evoluzione del personaggio sono proprio le colazioni, la prima e l'ultima mattina, ed i cinnamon rolls, per me, sono la colazione.
E poi il profumo, la cannella è Vivian, con quell'aroma dolce avvolgente ma deciso, speziato sempre riconoscibile, una Vivian mai banale, sempre al limite, e oltre, di quell'etichetta in cui si trova, si, a suo agio ma di cui non capisce gli estremismi, in fondo è solo l'upper class americana.

Ingredienti:
- 450 gr di farina (300gr di farina manitoba -150 gr di farina 00)
- 120 gr. zucchero
- 100 gr. burro
 1 tuorlo
- 1 uovo
- 200 gr. di latte
- 12 gr. lievito di bi birra disidratato
- sale

Ripieno:
- 6 cucchiai di zucchero di canna
- 3 cucchiaini colmi di cannella
- 30 gr di burro fuso ma freddo

Mettere nella planetaria gli ingredienti secchi e incominciare a girare con il gancio a foglia e incominciare ad aggiungere le uova, una alla volta poi gradatamente il latte, far incordare, poi cambiare il gancio e aggiungere il burro a tocchetti.
lasciare impastare per cinque minuti.
Coprire il contenitore con la pellicola e far lievitare fino al raddoppio dell'impasto oppure far lievitare 40 minuti epoi lasciare la notte in  frigo.
Se si è lasciato riposare in frigo tirare fuori l'impasto un'ora prima di iniziare la lavorazione, mettere un pò di farina sulla spianatoia e fare la prima piega per la sfogliatura e coprire per venti minuti
Nel frattempo fondere il burro e lasciarlo raffreddare, e miscelare zucchero di canna e cannella ( personalmente con la cannella abbondo)
Stendere la pasta dello spessore di circa mezzo cm ( consiglio di fare un lungo rettangolo) spennellare con il burro fuso e poi spargere lo zucchero aromatizzato, a questo punto avvolgere la pasta per fare un rotolo,poi tagliare delle fette di circa 2 cm e sistemarli su una taglia foderata di carta forno dalla parte del taglio.
Cuocere i forno per circa 15 minuti a 180°forno ventilato.
Per la glassa zucchero a velo acqua e qualche goccia di limone.

Con questo post partecipo al contest




5 commenti:

  1. Cara Petunia. Che dire, ti ringrazio per questa splendida analisi cinegustologica così azzeccata. Hai capito il gioco, lo hai fatto tuo e adesso mi aspetto una nuova ricetta per la commedia sofisticata, perché questa qui te la inserisco nella commedia leggera. Complimenti e grazie infinite per avere partecipato. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, e scusa per il ritardo, è il tuo contest bellissimo.
      proprio un bel inizio per ambientarsi nel mondo blog cucina :-)

      Elimina
  2. Fantastica, assolutamente fantastica.
    Un abbinamento film-ricetta assolutamente perfetto.
    Bravissima!!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie, uno dei miei film preferiti :-)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina